Operazione Bitcoin Multisig completata nello spazio

SpaceChain sostiene di aver eseguito con successo la prima transazione a catena di blocchi multifirma nello spazio.

La società di blockchain SpaceChain ha annunciato

La società di blockchain SpaceChain ha annunciato ieri la pietra miliare storica per molto più che il solo settore delle blockchain. L’azienda con sede nel Regno Unito e focalizzata sullo spazio ha completato con successo la prima transazione a catena di blocchi multifirma al di fuori del pianeta Terra.

Secondo l’annuncio ufficiale, il passo è stato fatto in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) come parte del suo programma Kick-start Activity. L’obiettivo è anche quello di portare avanti l’obiettivo della società di creare una rete orbitale decentralizzata per le applicazioni e le transazioni commerciali di fintech. Secondo Jeff Garzik, co-fondatore e CTO di SpaceChain:

L’esecuzione della transazione multifirma nello spazio racchiude i nostri continui sforzi nella costruzione di una rete satellitare open-source basata su catene di blocchi, sicura e immutabile.

SpaceChain è una piattaforma basata sulla comunità che combina le tecnologie della scienza spaziale e della catena di blocchi. Fondata nel 2017, l’azienda mira a costruire la prima rete di satelliti al mondo basata su blockchain e ad offrire la possibilità di creare ed eseguire applicazioni decentralizzate nello spazio.

La transazione Multisig ha coinvolto Bitcoin

La prima transazione di criptovaluta multifirma nello spazio ha coinvolto il primo asset digitale al mondo Bitcoin. Jeff Garzik di SpaceChain ha trasferito quasi 0,01 Bitcoin del valore di circa 92 dollari secondo il prezzo del Bitcoin Era del 27 giugno, il giorno in cui è stata effettuata la transazione.

La transazione multifirma (o multisig) si riferisce ad una soluzione tecnologica che richiede l’uso di più chiavi per autorizzare la transazione di criptovaluta.

Contrariamente alle transazioni standard che richiedono una singola firma digitale (chiave) per il trasferimento di beni digitali, la tecnologia multisig elimina i singoli punti di errore in quanto chiavi diverse sono memorizzate su dispositivi separati e quindi fornisce una maggiore sicurezza sulle transazioni in valuta criptata.

Per implementare la transazione multifirma SpaceChain ha utilizzato l’hardware blockchain installato su un potente computer di bordo per l’elaborazione dei dati sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), fornito dal produttore e fornitore di nanosatelliti GomSpace. Inoltre, l’azienda ha consegnato il suo hardware integrato con la tecnologia a portafoglio multisig Bitcoin alla Stazione Spaziale Internazionale già nel 2019.

Come indicato nell’annuncio, i dati criptati sono stati trasmessi in modo sicuro tra l’infrastruttura terrestre sulla Terra e l’hardware a catena di blocco della Stazione Spaziale Internazionale, che possedeva una chiave privata per verificare le transazioni.

Secondo il rapporto, il consolidamento attualmente testato delle tecnologie spaziali e a catena di blocchi potrebbe funzionare come base che aggiunge sicurezza e resilienza per le future soluzioni fintech.